movies, trailers, news e box office mondiale

Una cartografa traccia la mappa dell’oscurantismo musulmano

Una cartografa traccia la mappa dell’oscurantismo musulmano

Cultura  | Pubblicato il 31 agosto 2017 |

Circa un anno e mezzo fa Hilary Mantel ci aveva raccontato di quando aveva vissuto per un periodo in Arabia Saudita. Le avevamo chiesto che esperienza fosse per una donna, anche alla luce di quello che succede oggi. «L'ho raccontato nel mio romanzo Otto mesi a Ghazzah Street. È stato pubblicato negli anni Ottanta, ma molti aspetti della vita sono gli stessi di oggi, così come è la stessa l'incomunicabilità strisciante fra le culture – aveva risposto, via mail -. È stato tutt'altro che comodo, una sfida; ma, per uno scrittore, questo è sempre un vantaggio. Sono stata fortunata ad avere l'opportunità di vivere lì. Un giornalista va e viene, invece io ho potuto fare esperienza di un po' del tessuto della vita quotidiana e conoscere donne che vivono secondo standard molto diversi dai miei. E così mano a mano ho capito e rispettato, o rifiutato. Ma almeno ho vissuto un po' di storia dall'interno».

Leggi tutto larticolo su: www.ilgiornale.it

Vota l'articolo:
2.00 di 5.00 basato su 1 voti

Immagini

Altri articoli su Filmring

Commenti